La tipica squisitezza dei salumi artigianali li rende prodotti unici nel loro genere che si lasciano apprezzare per il sapore inimitabile e per un notevole valore nutrizionale

Il processo di lavorazione artigianale è l’unico in grado di garantire il pregio più elevato e la più alta qualità della produzione salumiera.

E’, però, anche l’espressione orgogliosa, più pura e immediata della passione e dell’amore per il proprio lavoro di aziende storiche che sono sul campo ormai da generazioni.

Il sapore più genuino

I salumi artigianali sono caratterizzati da uno specifico processo di lavorazione, curato in ogni dettaglio, che porta ad un risultato finale di altissimo pregio organolettico.

Alla base della loro golosa bontà ci sono un’esperienza e una professionalità mirate che non sono mai improvvisate, ma che seguono le regole ben precise della tradizione.

Questo permette di gestire al meglio le fasi di una lavorazione che, a differenza di quelle industriali, avviene nel pieno rispetto dei tempi naturali di maturazione e di stagionatura e con lo sguardo rivolto sempre e solo ad ottenere salumi di altissima e raffinata qualità.

L’eccellenza al primo posto

Il fedele tramandarsi del sapere e delle tecniche della tradizione è il segreto che permette di costruire quell’eccellenza del gusto che, nel mondo contemporaneo, è sempre più ricercata e apprezzata. Questa diventa, infatti, in modo immediatamente riconoscibile, il tratto caratteristico di produzioni uniche nel loro genere e di cui favorisce un’affermazione sempre di maggiore successo sul mercato nazionale e internazionale.

I salumi artigianali offrono un ampio, variegato e affascinante ventaglio di sfumature organolettiche: una vera gioia per ogni palato.

Grazie, inoltre, alla loro confermata genuinità, permettono di portare su ogni tavola una bontà non solo golosamente irresistibile, ma anche caratterizzata da un valore nutrizionale di prim’ordine.

 

Il percorso della produzione artigianale

Gli “step” da seguire in questo tipo di produzione sono pochi e diventa fondamentale gestirli in modo competente.

Il primo passaggio, importantissimo, è quello della selezione della carne. Quando il prodotto ha ottenuto il riconoscimento della DOP, questa avviene sulla base delle indicazioni di uno specifico Disciplinare. In ogni caso, però, la scelta viene sempre orientata verso la qualità e, dunque, verso suini allevati sul territorio nazionale e nelle migliori condizioni.

La rifilatura dei vari tagli, differenziati sulla base della specificità del salume da ricavare, deve essere praticata in modo esperto e con maestria e lo stesso vale per quanto riguarda la salatura e l’aromatizzazione.

Da questo punto di vista, viene utilizzata una quantità ben equilibrata di ingredienti, in maniera da creare il miglior sottofondo speziato, quello che rende l’assaggio ancora più delizioso.

E’ da sottolineare che la speziatura e/o la semplice salatura sono eseguite sempre manualmente e a secco. Accanto a questo, va sempre messa in piena evidenza l’assoluta mancanza di additivi chimici e di ogni altro ingrediente di origine non naturale che possa condizionare la purezza del gusto dei salumi.

Il valore prezioso della stagionatura

La stessa esperta abilità viene messa a disposizione per gestire il periodo, delicatissimo, della stagionatura.

Ogni salumificio artigianale, oltre che del laboratorio di lavorazione, è fornito anche di cantine naturali: luoghi nei quali è possibile far compiere il processo di maturazione in maniera adeguata.

Questi ambienti permettono, infatti, di approfittare di un clima e di un livello di umidità ideali a far sviluppare e a rendere in maniera perfetta quel gusto unico tipico dei salumi artigianali.

La promozione della tradizione

Grazie a questo tipo di lavorazione, da difendere e da tramandare, sono state protette e conservate nel tempo tante produzioni che raccontano la storia e la cultura gastronomica di determinati luoghi geografici.

L’artigianalità, infatti, non solo è sinonimo di una bontà impossibile da imitare da parte di ogni altro tipo di produzione industriale, ma diventa anche il modo grazie al quale esaltare il valore della tavola tradizionale. Permette di proporre tante squisitezze che, oltre ad essere deliziose, sono anche sane, genuine, nutrienti nella miglior maniera possibile.

L’orgoglio dei salumifici artigianali di dare vita ad una produzione d’eccellenza è, dunque, assolutamente giustificato e, potremmo dire, quasi obbligatorio.

Da parte di queste aziende viene raccontato sempre a tutto tondo con la passione che mettono nel lavoro di produzione e con la valorizzazione che portano avanti grazie anche alle speciali degustazioni che spesso vengono organizzate nelle loro botteghe.

Sono appuntamenti creati “ad hoc” per permettere ad una platea sempre più ampia di conoscere e di apprezzare golosità uniche nel loro genere e tali da cambiare in modo definitivo il modo di interpretare il significato della parola “gusto” su ogni tavola.