Da portare in tavola esclusivamente previa cottura, si caratterizza per la sua carne magra e diventa uno dei prodotti tipici da dedicare al menù delle giornate più fredde

Il territorio di produzione

Il Salame da Pentola è ben conosciuto nelle aree geografiche che fanno riferimento alla Romagna.

E’ un prodotto tipico del piacentino, ma anche della bassa parmigiana e non manca di essere apprezzato nella bassa Lombardia.

 

 

La lavorazione

Per la sua produzione vengono utilizzati prevalentemente suini provenienti da allevamenti situati in Emilia Romagna e in Lombardia.

La carne selezionata si deve caratterizzare per l’evidente magrezza. I tagli di prima scelta, quindi, comprendono il sotto-spalla e il prosciutto di coscia.

Per quanto riguarda l’utilizzazione della parte di grasso – che è presente nell’impasto al massimo nella misura del 10-20% -, va sottolineato che non viene utilizzata la cotenna, ma solo da lardo e pancetta.

I tagli di carne così selezionati vengono macinati in modo da ottenere un impasto a grana grossa che dovrà passare per il trattamento di aromatizzazione. A questo scopo, vengono usati ingredienti diversi a seconda dei luoghi di produzione del Salame da Pentola.

Il mix può comprendere il sale, il pepe e alcune spezie, tra cui la noce moscata.

Una variante è quella che vede insieme il sale, un poco di aglio e del vino bianco. In entrambi i casi si ottiene un prodotto spiccatamente aromatico.

Dopo aver insaccato l’impasto finale in un budello di suino e averlo ben legato con un procedimento artigianale esperto, il prodotto è pronto per passare alla fase dell’asciugatura che durerà per il tempo di una settimana.

Il Salame da Pentola non necessita di trascorrere un periodo di stagionatura, quindi può essere messo subito in vendita.

Come si taglia?

Il taglio si effettua a mano. Si consiglia di ricavare delle fette di uno spessore almeno di 1 cm

In questo modo la carne resta ben compatta e assicura di offrirsi in tutta la sua genuina golosità.

Come si gusta?

Si gusta sempre e solo previa cottura. Può essere portato in tavola dopo essere stato bollito per un periodo di tempo variabile in base alla sua grandezza e che va da un minimo di 20 minuti ad un massimo di 40 minuti.

Una delle raccomandazioni da seguire prima di sistemarlo per la cottura nella pentola con acqua fredda, da portare poi all’ebollizione, è quella di forare il budello con una forchetta. In questo modo viene eliminato l’eventuale liquido contenuto al suo interno.

Se si vuole renderlo ancora più sfizioso e squisito, invece che bollito, si può prepararlo con cottura alla brace.

Il sapore della tradizione

Il nostro Salame da Pentola è garantito nella sua genuinità dalla totale assenza di conservanti e dalla qualità organolettica grazie alla consistenza saporita e alla qualità della sua carne.

La tavolozza delle sfumature del suo sapore lo racconta con una evidente ed equilibrata aromaticità.

Questo risultato finale è dovuto alla macinatura a grana grossa della carne e allo speciale mix speziato utilizzato.

La cura e la passione artigianale che distinguono tutta la nostra produzione, tramandate di generazione in generazione, sono un tratto caratteristico della sua lavorazione e lo confermano nella sua più pura golosità.

Il Salame da Pentola in cucina

E’ il classico secondo piatto invernale da servire ben caldo e da completare con un morbido purè di patate.

Altri contorni che sono particolarmente adatti ad accompagnarlo sono quelli a base di legumi. E’ ottimo anche insieme ai carciofi fritti e alla verza.

E’ squisito utilizzato come ingrediente aggiuntivo nella tradizionale preparazione del brodo di carne da usare con formati di pasta consistenti come i ravioli o i tortellini.

Quando viene cotto alla brace, si trasforma in un piatto delizioso da proporre con un’insalata mista freschissima oppure con verdure grigliate.

E’ golosissimo semplicemente con una fetta di pane leggermente bruscato.

Può essere così utilizzato per preparare degli ottimi crostini per un antipasto oppure per creare stuzzicherie invitanti per l’apericena.

 

I suoi vini

Si abbina bene con il vino rosso. Per la sua evidente golosità e per l’ampio ventaglio organolettico che lo contraddistingue, il Salame da Pentola si sposa in modo ottimo con un vino frizzante come il Lambrusco.

Altri suggerimenti possono essere quelli di scegliere un Gutturnio, vino che si caratterizza per la sua peculiare freschezza, oppure un Barbera che offre la sua eleganza e rende un risultato d’insieme peculiare e molto armonioso.